L’autunno, il sistema immunitario e i rimedi del regno Vegetale




In questa bellissima, coloratissima e nuova fase del ciclo annuale entriamo in un momento molto delicato per tutti i corpi, la temperatura si abbassa, il calore e la presenza del sole fisico diminuisce la sua intensità e potenza, e c’è la necessità di dare un nuovo ritmo alle nostre giornate.

Il sistema immunitario ricopre un ruolo principe nella gestione del nostro livello energetico e salutare di tutti i corpi.

Per sostenere il sistema di difesa dell’organismo in questa fase autunnale/invernale e per vivere questo importante momento dell’anno con Gioia e Salute Radiante vi racconto quali rimedi sono alleati ai nostri corpi!

Lo stile alimentare è un fattore più importante che influisce sulla nostra salute e quindi sulla capacità dell'organismo di prevenire e fronteggiare le invasioni di virus, funghi e batteri.

Dato che ognuno di noi è diverso, dovrai personalizzare la dieta in base a quelle che sono le tue caratteristiche genetiche.

Uno dei fattori chiave per fare ciò è la classificazione del gruppo sanguigno ABO, e eliminazione di farine e zuccheri.


Un'attività fisica moderata, soprattutto se svolta all'aria aperta, contribuisce a migliorare notevolmente il sistema immunitario. Vanno bene anche passeggiate a passo rapido, di almeno 30 minuti al giorno (un'ora è ancora meglio).


Per stile di vita si intendono molte cose; ad esempio il modo in cui trascorriamo il tempo, le azioni svolte, il fumo di sigarette, l'alcol, l'uso di farmaci, antibiotici, ecc..

Passare più tempo possibile all'aria aperta e quando si è in casa, o al lavoro, consiglia di far circolare l'aria, aprendo almeno una finestra.


Rimedi naturali


Esistono diverse piante con proprietà medicinali, che possono influire positivamente aumentando il tuo sistema immunitario.

Vediamo nello specifico quali sono i rimedi più efficaci:


Rosa Canina


La rosa canina è un arbusto spinoso della famiglia delle Rosaceae che cresce spontanea nelle campagne e nei boschi di tutta Italia, fino a 1.500 m d'altitudine.

Di questa pianta si utilizzano le bacche e soprattutto le gemme.

Le bacche di rosa canina crescono proprio durante i mesi invernali e si raccolgono dopo le prime gelate, durante i mesi di Dicembre e Gennaio.


Queste bacche sono estremamente ricche di vitamina C (circa 20 volte più delle arance), vitamina nota per le proprietà antiossidanti e per l'aiuto che da all'organismo nel prevenire e combattere i sintomi influenzali.

Oltre alla vitamina C, le bacche di rosa canina contengono anche le vitamine A, E, B2, B3, B9, sali minerali.


Come si prepara l'infuso di rosa canina?

Lasciare in infusione circa 2 grammi di bacche fresche o essiccate (circa 2 cucchiaini) in 250 ml d'acqua bollente (una tazza), per almeno 10 minuti.

Poi filtrare e bere caldo.

Prima di lasciare le bacche in infusione, queste vanno private dei semini che si trovano al loro interno.


Gemmoderivato di Rosa Canina

La parte più interessante della pianta di rosa canina è costituita dalle gemme.

Il gemmoderivato di rosa canina ha proprietà immunomodulanti, per cui è capace di aumentare o ridurre in modo specifico o aspecifico l'intensità della risposta immunitaria in base alle esigenze dell'organismo.

Inoltre svolge una spiccata azione antinfiammatoria ed antiossidante.

Per questo motivo il gemmoderivato di rosa canina è un valido rimedio, non soltanto per prevenire i mali di stagione, ma anche per tutte le persone che soffrono di allergie e di patologie autoimmuni.


Esistono delle controindicazioni?

La Rosa Canina ha interazione con alcuni farmaci:

gli antiacidi che possono contenere alluminio. La vitamina C in generale ne favorisce l’assorbimento. Meglio evitarne l’assunzione concomitante.

Il litio assunto in casi di regolazione dell’umore, ha necessità di essere poi velocemente smaltito dall’organismo. La vitamina C può interagire e rallentare questa fase di eliminazione.


Rosa Canina: dove si compra?

Consiglio di dare un occhio allo shop di Remedia, hanno moltissimi e buonissimi prodotti che contengono la rosa canina

https://www.remediaerbe.it/it/catalogsearch/result/?q=rosa+canina


Ribes Nero

Il ribes nero (Ribes nigrum) è una piccola pianta della famiglia delle Sassifragaceae che cresce spontaneo nel nord e nel centro Europa, fino ad un'altitudine di 1600 metri.

Di questa pianta si utilizzano le bacche, le foglie e le gemme.

Le bacche di ribes nero maturano verso i mesi di Agosto e Settembre, sono ricche di vitamina C e di antociani, ovvero delle sostanze con proprietà antiossidanti, particolarmente benefici per il sistema cardiovascolare.

Per godere delle proprietà immunostimolanti di questa pianta, si utilizzano anche in questo caso le gemme.

Anche se il gemmoderivato di ribes nero viene principalmente impiegato per il trattamento naturale delle allergie respiratorie per via delle sue note proprietà antistaminiche ed antinfiammatorie, è anche un ottimo immunostimolante, aumenta la resistenza al freddo e aiuta a prevenire le malattie influenzali.


Ci sono controindicazioni?

Si, il ribes nero è sconsigliato agli ipertesi.


Ribes nigrum: dove si compra?

https://www.remediaerbe.it/it/catalogsearch/result/?q=ribes+nigrum


Echinacea

Si tratta di una piccola pianta perenne della famiglia delle Composite originaria dell'America del Nord. Si distingue per i suoi grandi fiori simili a delle margherite. Esistono molte specie di echinacea, le più utilizzate sono l'echinacea purpurea, l'echinacea pallida e l'echinacea angustifolia.

Di questa pianta si utilizza esclusivamente la radice, impiegata per la realizzazione di tinture madri e decotti.


L'Echinacea agisce aumentando la resistenza alle infezioni e si è dimostrata particolarmente utile negli stati influenzali e nella prevenzione delle malattie da raffreddamento.

L’echinacea oltre ad aiutare il sistema immunitario agisce anche come antinfiammatorio delle mucose, così che il suo utilizzo risulta efficace anche in caso di tosse, bronchite e in tutte le problematiche a carico delle vie respiratorie.


Come si utilizza l'echinacea?

La tintura madre (estratto idroalcolico della radice fresca) si assume nella posologia di poche gocce diluite in acqua.

Il decotto si prepara mettendo a bollire 2-3 grammi di radice essiccata in circa 250 ml d'acqua (una tazza). Quando l'acqua arriva ad ebollizione, si lascia bollire per 3 minuti e poi si spegne, lasciando la radice in infusione per altri 10 minuti. Dopo di che si filtra e si beve. Assumere da 2 a 3 tazze al giorno di questo infuso.


Ci sono controindicazioni?

Si, l'echinacea è evitare per chiunque abbia subito un trapianto di organi.

Echinacea: dove si compra?

https://www.remediaerbe.it/it/catalogsearch/result/?q=echinacea


Aloe

L'Aloe è una pianta succulenta delle famiglie delle Aloeaceae che cresce spontanea nei paesi a clima tropicale e sub-tropicale.

Questa pianta viene impiegata in fitoterapia per moltissimi scopi. In molti conoscono già le proprietà antinfiammatorie dell'Aloe utilizzata esternamente, sulla pelle, per lenire scottature, punture d'insetti o di meduse, morsi, tagli, abrasioni e via dicendo.


E' stato infatti dimostrato da numerosi studi scientifici che, se consumate fresche e ancora meglio se combinate con il miele (vedi ricetta di Padre Romano Zago), le foglie di Aloe e in particolare l'Aloe Arborescens, stimolano il sistema immunitario dell'organismo in risposta ad agenti patogeni (funghi, virus e batteri), allo stress, nonché a farmaci che agiscono negativamente sulle difese immunitarie, come i chemioterapici.


Tuttavia l'Aloe non si limita “soltanto” a migliorare le difese immunitarie. Alcuni principi attivi contenuti nel gel e nella buccia, godono di proprietà antibiotiche, antivirali ed antifungine, per cui è la pianta stessa che, se consumata fresca, agisce direttamente contro i patogeni.


Come assumere l'Aloe?

Per godere delle proprietà immunostimolanti dell'Aloe, le foglie vanno consumate fresche, staccate dalla pianta e frullate con del miele biologico e un po' di grappa.

La ricetta, scoperta anni fa da un frate brasiliano di nome Padre Romano Zago, viene utilizzata anche per il trattamento e la prevenzione di forme tumorali.

Va detto che la buccia di Aloe contiene una sostanza, detta aloina, che può essere particolarmente irritante per chi soffre di colite, colite ulcerosa e morbo di crohn. Queste persone è meglio che assumano esclusivamente il gel di Aloe, senza aloina. L'aloina ha infatti un'azione lassativa, che può danneggiare un colon già infiammato. Tuttavia l'aloina ha anche spiccate proprietà antitumorali, per cui chi non ha problemi di questo genere, è meglio che assuma la ricetta di Aloe comprensiva della buccia.


Dove acquistare la pianta e i prodotti a base di Aloe?

La pianta:

la pianta di Aloe Vera e di Aloe Arborescens le trovi in vendita nei vivai. Dato che la pianta viene utilizzata a scopi alimentari, ti consiglio di acquistare solo piante rigorosamente coltivate con tecniche biologiche, senza concimi chimici o pesticidi.

Succhi di Aloe:

li trovi nelle erboristerie, nelle farmacie e nei negozi biologici. Tuttavia abbi sempre cura di controllare le etichette, perché questi prodotti contengono quasi sempre conservanti e zuccheri aggiunti. Se cerchi un prodotto fresco, naturale, biologico e senza conservanti aggiunti, posso consigliarti il succo di Aloe e miele prodotto dall'Azienda Agricola Erbe di Mauro.

Puoi acquistare i suoi prodotti direttamente tramite il sito: www.erbedimauro.it

Rimedi:

https://www.remediaerbe.it/it/catalogsearch/result/?q=aloe+vera


Aglio

L’aglio è considerato una spezia o un alimento usato in cucina, piuttosto che una pianta.

Sul numero di giugno 2009 della rivista”Critical Reviews in Food Science and Nutrition” viene reso noto che l’aglio è oggetto di studio per il suo ruolo di “alimento funzionale”.

Il rapporto spiega che l’aglio stimola la produzione di cellule immunitarie e il rilascio del corpo di cellule linfocitarie “natural killer”.

L’aglio dev’essere utilizzato crudo, ma può apportare benefici anche se viene consumato sotto forma di spezia in polvere, granulato o in forma di supplemento come ad esempio l’olio.


Tè verde


L’elenco dei benefici del tè verde per la salute sembra aumentare ogni giorno di più. I ricercatori del Laboratorio di Immunologia Nutrizionale presso l’Università di Tuft a Boston hanno condotto uno studio per determinare da cosa derivano i benefici sul sistema immunitario del tè verde. Lo studio, pubblicato nel 1 settembre 2009 sulla rivista “Free Radical Biology and Medicine”, afferma che il principio attivo del tè verde è l’epigallocatechina gallato noto anche come EGCG, un antiossidante che non solo aumenta la risposta del sistema immunitario, ma protegge anche il corpo dai danni causati da radicali liberi o cellule danneggiate, e aiuta a prevenire l’infiammazione nel corpo. Due o tre tazze di tè verde al giorno miglioreranno il tuo sistema immunitario.


Reishi



E’ un fungo medicinale famoso per la sua azione sul sistema immunitario.

Come scrive il dottor Andrew Weil, il reishi “è stato oggetto di una sorprendente quantità di ricerca scientifica in Asia e l’Occidente”.

La ricerca mostra che i beta-glucani contenuti in questo fungo rinforza il sistema immunitario, aumentando la quantità di macrofagi cellule T, che ha importanti implicazioni per le persone affette da AIDS e altri disturbi del sistema immunitario. Da alcune ricerche risulta inoltre che il reishi, grazie al preziosissimo germanio organico al suo interno, stimola l’organismo a produrre interferone che blocca la proliferazione dei virus. Quindi è ottimo per prevenire l’influenza e le malattie da raffreddamento.


Vi propongo due blend meravigliosi da diffondere nei tuoi spazi per innalzare la tua energia, purificare l’ambiente ed espandere l’Amore delle essenze.




Vi propongo due blend meravigliosi da diffondere nei tuoi spazi per innalzare la tua energia, purificare l’ambiente e espandere l’Amore delle essenze.


1- Vibrazioni autunnali: arancia, zenzero, chiodi di garofano, frankincense

2- Proteggiti!: arancia, zenzero, chiodi di garofano, frankincense


MANDARINO: Come altri oli essenziali di agrumi, il mandarino può contribuire a mantenere un sistema immunitario efficiente quando viene assunto internamente, grazie ai potenti antiossidanti, E’ indicato per problemi respiratori e cardiovascolari, insonnia, angoscia e depressione, problemi digestivi di origine nervosa. Dona gioia e serenità, aiuta a rilassarsi e a riposare.


CHIODI DI GAROFANO: Il chiodo di garofano contiene potenti proprietà antiossidanti e sostiene la salute cardiovascolare quando viene assunto internamente. * Una goccia può pulire i denti e le gengive mentre promuove il respiro fresco.


CANNELLA: L’olio di cannella è altamente concentrato con antiossidanti, ciò lo rende efficace come aiuto digestivo naturale, stabilizzatore di zucchero nel sangue e ripetitore di circolazione. È anche comunemente usato per combattere le malattie cardiovascolari e combattere le infezioni. Secondo le ricerche, l’elenco dei benefici della cannella è lungo: ha in particolare forti proprietà antiparassitarie, antinfiammatorie, antipiastriniche e antivirali, il che lo rende estremamente utile per migliorare le difese immunitarie.


ARANCIA: I costituenti principali dell’olio essenziale di arancio dolce sono i monoterpeni, che conferiscono all’olio qualità purificanti e stimolanti che possono supportare il sistema immunitario. La buccia d’arancia è anche piena di antiossidanti, utili al generale benessere.


ZENZERO: La medicina ayurvedica ha tessuto le lodi dello zenzero da sempre. Essendo così riscaldante, il concetto è che possa contribuire a ciogliere l’accumulo di tossine.È anche noto per “lavare” il sistema linfatico, che elabora i liquidi di scarto del nostro corpo.


FRANKINCESE: Per rinforzare le difese immunitarie, applicare una goccia sotto alla pianta dei piedi ogni giorno.Per combattere lo stress, una goccia sulla nuca. A fine giornata, se si ha la possibilità di fare un bagno caldo, si possono aggiungere una goccia di Frankincense e una di Lavender.


Con Amore, Federica





foto: Pinterest

fonti: scienza e conoscenza, remedia, gruppo sanguigno, macrolibrarsi, la via aromatica

497 visualizzazioni