Il pianeta Terra

Aggiornato il: 31 dic 2018

"Fin da quando l'uomo è apparso sulla Terra, la vera natura di questa gli è sempre sfuggita. Egli, infatti, non ha mai compreso la qualità più importante di questo corpo collocato nello spazio, vale a dire, che esso è un essere vivente in possesso di emozioni e di intelligenza, proprio come l'uomo stesso. Se avessero riconosciuto la vera natura della grande entità sulla cui superficie vivono, gli esseri umani non ne avrebbero deturpato le bellezze e non ne avrebbero depredato le ricchezze nel modo che tutti sappiamo. La struttura della Terra è molto diversa da quella concepita dai geologi.

La Terra non ha un nucleo centrale liquido o semiliquido; al contrario, al suo interno esiste un'ampia zona vuota, che si estende dal Polo Nord al Polo Sud. In questa cavità, vivono da millenni persone e animali: tali abitanti differiscono geneticamente dagli esseri che popolano la superficie del pianeta, ma per il resto sono uguali a loro in tutto e per tutto. Molti degli animali che vivono in questa cavità sono gli stessi che si trovano sulla superficie terrestre. Vi sono, però, anche specie sconosciute sulla terra e perfino molte specie che ormai vengono considerate estinte. Nel centro geometrico della sfera terrestre si trova un Sole, molto piccolo se paragonato al Sole esterno, ma che genera la sua energia allo stesso modo. Entrambi i Soli sono costituiti da una massa di punti primari liberi (non occultati da atomi), che emettono una grande quantità di energia. Le caratteristiche degli strati esterni di questi due corpi sono tali che, nel caso del Sole esterno, il movimento generale dei nodi trasversali è centripeto, mentre in quello del sole centrale è centrifugo. E’ questa repulsione gravitazionale generata dal Sole centrale a far si che l'enorme massa della Terra non collassi su se stessa, distruggendo la cavità centrale. II campo gravitazionale repulsivo prodotto dal Sole centrale è responsabile anche della forza che spinge gli abitanti della cavità verso le pareti di questa. In effetti, questi abitanti registrano la gravità in modo perfettamente analogo a quello degli uomini, vale a dire, come una forza che li attira al suolo."

Maestro Hilarion

La Terra è il pianeta in cui “viviamo ci muoviamo e siamo”.

Il Sole e la Terra hanno un rapporto di Amore molto profondo, infinito.

L’astro lucente è il maestro della Terra.

Purtroppo, ancora oggi, in quasi tutti i programmi astrologici la Terra non è nemmeno menzionata, come se non esistesse, come se fosse qualcosa da nascondere o di poco desiderabile.

Ma chi inizia un cammino di Guarigione e Consapevolezza, un percorso di studio astrologico evolutivo ed esoterico, deve tener presente dell’importanza fondamentale del pianeta Terra nel proprio Tema Natale.

La posizione della Terra nel tema Natale, rappresenta il campo d’esperienza dove si può essere al servizio dell’umanità, il dove e il come la creatività del Sole di nascita deve essere espressa. Il nostro Dharma.


Si deve all'Astrologia Esoterica rivelata dal Maestro Tibetano D.K. la comprensione del Segno in cui si trova la Terra, che è sempre opposto al punto dove si trova il Sole.

Quindi per trovare la terra nel tema natale è semplice, ad esempio, se il Sole si trova ai 13° gradi dell’Ariete, la Terra si troverà a 13° gradi della Bilancia.

Il rapporto tra il Sole e la Terra, che potrebbero sembrare in opposizione, in realtà ci mostra una complementarietà, una danza di guarigione ed integrazione, un’asse che può far spostare la coscienza da una parte all’altra dei due segni coinvolti, dando la possibilità ad ogni essere umano di integrare e migliorare tanti antagonismi. Ovviamente dipende dal livello evolutivo e dalle esigenze di quella precisa incarnazione.


Questa coppia planetaria aiuta anche a rispondere ad una grande domanda, una grande Verità, che sempre di più sta emergendo...qual'è il vero archetipo femminile umano?


La luna è ancora impropriamente considerata il simbolo del principio femminile umano, ma se ci pensate, essere connessi ad un piccolo satellite della Terra, deserto e senza vita come la luna, che rappresenta proprio la parte oscura del principio femminile, significa dimenticarsi il vero archetipo femminile che è rappresentato dalla Terra, la Grande Madre, Gaia, pianeta vivo, dove nasce, prolifica la vita e che anticamente era rispettato e venerato nel suo vero significato.


Anche i cicli lunari provengono dal Sole.

Nel momento del Plenilunio, la luna e le sue frequenze sono completamente annullate e disattivate, in quanto riflette sulla Terra la Luce del Sole, ed essa è fuori azione, perché si trova in un punto preciso dove non interferisce e lascia completamente libero il passaggio alle Energie Solari, permettendo un rapporto diretto e privo di ostacoli fra la Terra e il Sole, ecco perché è importante meditare durante questo momento mensile, per assorbire le potenti energie che nel ciclo notturno illuminano la terra, illuminano le ombre e l'oscurità, elevandole e trasformandole.


Ecco allora il mio augurio...che questo nuovo anno possa portarti alla riscoperta della Terra e della tua Terra, della parte di te più viva, abbondante, ricca, gioiosa, femminile, libera, piena di doni e dharmica!


con voi,

un abbraccio colorato,

Federica

via Pinterest

27 visualizzazioni